MARCO INTROINI (n.15)

Mantova

Bio

Laureato in architettura presso il Politecnico di Milano.
Fotografo documentarista, è docente a contratto di Architectural Representation e Theatre, Cinema, Photography
nel Master Course in Architectural Design and History, Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano.
Nel 1999 riceve il premio nazionale Lombardia Effetto Paesaggio con la ricerca fotografica Architettura ed
architetture dell’ argine maggiore del Po. Nel 2002 viene selezionato con la ricerca fotografica Città Europa per
esporre alla X Mostra Fotoesordio 2002 (Museo dell’Immagine Fotografica e delle Arti Visuali) in collaborazione
con il Palazzo delle Esposizioni di Roma. Nello stesso anno è stato selezionato al concorso FotoGribaudo.
Curatore con Margherita De Carli della mostra nella casa di Luigi Figini presso la Triennale di Milano (Milano, 2003)
Selezionato alla rassegna Descubrimientos del Festival Internazionale PHotoEspaña05 con il progetto fotografico
Paesaggio Analogico 05.
Nel 2006 viene pubblicato all’interno del catalogo del Padiglione Italiano della X Biennale di Architettura curato da
Franco Purini.
Inserito nei venti fotografi di architettura protagonisti degli ultimi dieci anni, viene intervistato da Letizia Gagliardi
per il libro La Misura dello Spazio (Roma 2010).
Nel 2013 presenta alla mostra Senza pericolo! la ricerca fotografica Paesaggi della sicurezza alla Triennale di
Milano.
Con il progetto fotografico Milano Illuminista nel 2015 viene selezionato dal Fondo Malerba per la Fotografia; tra il
2015 e il 2016 è stato impegnato nel lavoro di documentazione fotografica dell’architettura dal dopoguerra ad oggi
in Lombardia per la Regione Lombardia e il MIBACT.
Nel 2016 ha esposto con una mostra personale Ritratti di Monumenti al Museo MAGA e per la XXI Triennale il
progetto fotografico Warm Modernity_Indian Paradigm che con omonimo libro (curati da Maddalena d’Alfonso) ha
vinto il RedDot Award 2016.

www.marcointroini.net